Topi e ratti – I roditori nocivi

topi e ratti

ratto

Il problema del controllo di topi e ratti ha assunto in questi ultimi anni dimensioni ed aspetti sempre più importanti. La presenza di questi parassiti all’interno degli ambienti urbani, infatti, non solo è causa di danni alle attrezzature, alle apparecchiature elettroniche, agli impianti elettrici e telefonici, ma può avere ripercussioni negative sul piano igienico-sanitario e su quello, non meno importante, dell’immagine aziendale. I danni che possono essere causati dai topi e dai ratti all’uomo, sono sempre molto ingenti, essi vanno dalla sottrazione ed inquinamento delle derrate alimentari, ai danneggiamenti dei cavi di apparecchiature elettriche ed elettroniche con pericolo di corto circuiti ed incendi, fino alla possibilità di trasmissione di microrganismi patogeni attraverso le urine, le feci e gli ectoparassiti, quali pulci, pidocchi ed acari.

Tifo murino, peste, leptospirosi, rabbia, salmonellosi, febbre da morso, etc… sono solo alcune delle malattie trasmesse all’uomo da questi roditori.

Gli interventi vengono effettuati principalmente nei comuni e province di Bologna, Modena e limitrofi. Per maggiori dettagli e informazioni potete contattarci telefonicamente o via mail.

Tecniche di controllo di topi e ratti

infestazione di topi e ratti

infestazione di topi e ratti

Un serio e costante controllo dei ratti e dei topi si rende auspicabile al fine di scongiurarne la proliferazione e diffusione negli ambienti frequentati dall’uomo e nelle strutture produttive.

Sidabo è in grado di garantire efficaci interventi mediante sistemi di lotta chimica, mediante trappole multicattura e mediante le innovative trappole multicattura dotate di dispositivo di allarme (Futurkat).

Tali metodologie di controllo rispettano le più recenti indicazioni scientifiche in materia di efficacia e sicurezza e rispondono pienamente ai requisiti di legge che devono essere applicati nella filiera alimentare (Reg. CE n°852/2004).

Lotta chimica

I sistemi tradizionali di lotta chimica prevedono l’impiego di esche rodenticide contenenti principi attivi ad azione anticoagulante di più recente introduzione sul mercato italiano. Questi sono conosciuti come Anticoagulanti a dose singola o di seconda generazione.

Per garantire i più alti livelli di sicurezza degli interventi di derattizzazione le esche sono distribuite mediante specifici distributori. Il contatto di queste con l’ambiente, le persone o con animali non-bersaglio (cani, gatti, uccelli) sono ridotti al minimo.

Lotta meccanica

Per quegli ambienti dove l’uso di sostanze rodenticide appare sconsigliato (industrie alimentari, farmacologiche, scuole, mense per citarne alcuni), possono essere impiegati altri sistemi. Fra questi citiamo le tavolette collanti, adescate con aromi alimentari o trappole meccaniche multicattura. Queste possono essere dotate di una finestra per l’ispezione diretta o possono avere un controllo remoto di avviso con il sistema innovativo FUTURKAT.